immagine idiano

gifgifMidi Musica Indianagifgif

Prima di ascoltarli disattiva la musica qui

Per salvarli posiziona il mouse sulla scritta, clicca con il tasto destro e dalla finestra di dialogo che comparirà seleziona “salva oggetto con nome”.

gif

Animal song

Blood brother

Child within

Distant drums

Earth and sky

Meandering garden

Metukweasyn

October moon

Quest of the turtle

Rainmaker

Sacredground

Sky dog

Smoke Spirit

Snake Dance

Star Keeper

Swans in the Mist

Tale of Bearclaw

The Stand

Trail of Tears

Visions

Wind in the Woods

Cerosimo

Earth Mother

Eternal Love

morningsun

Mountain Dreamer

nativevisions

Through Eagle Eyes

gifPlayer Musica Indianagif

gif

gifgifLa musica e gli strumenti musicaligif gif

Purtroppo della tradizione musicale di molte popolazioni del Centro e Sudamerica è rimasto ben poco, e quel poco è contaminato da un forte influsso spagnolo. Parecchio è stato conservato e tramandato fra le popolzioni del Nordamerica, sebbene anche qui, a causa delle repressioni culturali e religiose e allo sterminio di intere tribù, molto sia andato perduto. La musica non era solo presente in tutte le cerimonie e in tutti i riti, ma scandiva anche il tempo quotidiano. Le donne che raccoglievano il riso selvaticoo che curavano il campo di mais cantavano. E cantava al suono dei sonagli lo sciamano durante i riti di guarigione: ogni erba, ogni animale aveva il suo canto, come ogni malattia da curare. Gli uomini partivano per la guerra al ritmo dei tamburi e venivano incitati durante la battaglia dai canti delle donne. Ogni associazione aveva il suo canto, ma spesso anche un individuo possedeva un suo canto personale, ricevuto spesso in sogno o durante una visione da uno spirito protettore. E c'erano i canti d'amore, quelli per onorare i defunti, le ninnananne, i canti per uno specifico lavoro e quelli usati nei "duelli canori". Gli strumenti musicali erano generalmente a percussione e a fiato. Fra i primi molto comuni erano i sonagli che potevano essere di due tipi: uno contenitore con all'interno degli oggetti e oggetti vari che producevano il suono toccandosi fra di loro. Abbiamo così piccole zucche che contengono semi, palle di fibre vegetali intrecciate(o di pelle o di legno scavato) con all'interno noci o conchiglie o chicchi di mais o sassolini. E ancora: strisce di cuoio sulle quali sono applicati denti, artigli, speroni, conchiglie, pietre; zoccoli di cervo bucati e infilati in corde; pezzi di legno intagliati e legati fra di loro alla base; ossa o corna a cui sono attaccati altri oggetti....i sonagli erano vari e potevano anche essere indossati: ai polsi, alle caviglie, al collo, sulle braccia e sulle gambe, oppure cuciti direttamente sui vestiti usati per le danze. Fra gli strumenti a percussione sono da ricordare anche quelli da "strofinamento", dai quali si ottenevano suoni e note molto particolari, i timpani, i tamburelli, e vari tipi di tamburi. Gli strumenti a fiato, molto comuni soprattutto nell'America del Centro e del Sud, potevano essere ricavati da rami di albero, canne, conchiglie, ossa di uccelli (famosi i fischietti sacri d'aquila usati nella Danza del Sole da coloro che si sottoponevano all'autotortura) o essere fabbricati utilizzando la creta (flauti e ocarine).

-da una Storia degli Indiani del Nord America-

Video Musica Indiana

Video Caribý Musica Indiana

Ascolta la Musica Indiana

MENU

HOME PAGE